IASLA, 1° CONVEGNO INTERNAZIONALE, ROMA, 1 E 2 MARZO 2019

Sapienza Università di Roma e Università Roma Tre

Le costellazioni, nelle quali si suole riconoscere figure di animali, eroi, personaggi mitologici, oggetti, e così via, non esistono di per sé, sono una nostra proiezione collettiva, da confermare o reinventare ogni volta. La loro esistenza emana dalle relazioni e complementarietà che sappiamo riconoscere tra i singoli astri. Per questo sono molto simili ai paesaggi. Parlare di paesaggi come costellazioni in un momento in cui tutti gli sviluppi delle attuali circostanze appaiono negativi e soprattutto incontrollabili, fragili e incerti, significa provare a invertire la rotta. L’architettura del paesaggio sa come maneggiare l’incertezza in modo propositivo, perché opera con il vivente, e sa trasformare in valore l’imprevedibilità e la vulnerabilità, volgendole in risorse di benessere e qualità. Le molte discipline che convergono nel progetto di paesaggio si collocano anch’esse in costellazioni, spesso generando combinazioni e figure inattese, di grande fertilità per immaginare i paesaggi dei futuri che ci attendono. Costellazioni. Incontri sui paesaggi che saranno è un titolo impegnativo. Se è difficile orientarsi nel presente, ben oltre le questioni del paesaggio, può sembrare impossibile affacciarsi nel futuro. Ma l’architettura del paesaggio è immancabilmente una declinazione di futuro, come ogni forma di progettualità. Per questo IASLA intende cominciare da qui, interrogandosi su paesaggi che saranno, in un esercizio responsabile e doveroso, quanto creativo. Il convegno si articola in due momenti complementari, aperti al pubblico e alla più vasta comunità scientifica: i DIALOGHI, conversazioni con esponenti di diverse discipline e società scientifiche italiane sui paesaggi futuri; il FORUM, in cui i soci IASLA presentano le proprie attività di ricerca e di didattica, intese come contributi alla costruzione di un quadro della disciplina in Italia. Le costellazioni sono servite sin da tempi lontanissimi come strumenti di orientamento. È il compito che affidiamo a questo convegno: essere un momento e un mezzo per orientarsi, stabilire la propria posizione e indirizzare la ripartenza, tratteggiando possibili mete e direzioni.

Il programma in sintesi:

Venerdì 1° Marzo. Sapienza, Facoltà di Architettura, Piazza Borghese 9

9.00 – 13.30 FORUM

15.00 – 19.00 DIALOGHI

Il Forum e i Dialoghi sono aperti al pubblico e alla comunità scientifica.

Sabato 2 Marzo. Roma Tre, Dipartimento di Architettura, Via Madonna dei Monti 40

9.00 – 13.00 ASSEMBLEA IASLA