Chiunque può partecipare all’opera multimediale collettiva, organizzata per Interno Verde.

Vuoi partecipare alla creazione di un’opera d’arte multimediale che si potrà ammirare nel meraviglioso Giardino dell’Esedra di Palazzo Te? In occasione del festival Interno Verde – che eccezionalmente aprirà al pubblico i più suggestivi e curiosi giardini di Mantova – il collettivo torinese Superbudda porterà per la prima volta, nello splendido contesto rinascimentale del capoluogo lombardo, RETROAZIONE.

«Si tratta di un progetto audiovisivo decisamente innovativo e originale – spiega la curatrice, Paola D’Orsogna – che permetterà la creazione di un’opera d’arte collettiva, di grande fascino e interesse, frutto della creatività di chi vorrà prestare alla causa un poco del proprio tempo e del proprio sguardo». A partire da lunedì 19 agosto sarà possibile inviare agli artisti – tramite la piattaforma online www.retroazione.xyz – un breve video verticale di massimo 30 secondi. «Saremmo veramente felici se i filmati, in linea con la manifestazione Interno Verde, riprendessero giardini, orti, parchi pubblici. In realtà non ci sono limiti tematici, cosa inquadrare e caricare è una scelta personale», raccontano gli organizzatori del festival, ideato dall’associazione Ilturco.

I video saranno rielaborati sabato 14 e domenica 15 settembre nell’installazione immersiva che sarà allestita presso i Tinelli di Palazzo Te, e nella serata di sabato 14 settembre saranno protagonisti di un’emozionante performance, sonorizzata dal vivo, nel Giardino dell’Esedra.

Installazione immersiva

Sabato 14 e domenica 15 settembre, dalle 9 alle 19.30, presso i Tinelli di Palazzo Te, sarà a disposizione dei visitatori, dei turisti e dei curiosi una particolarissima installazione immersiva. Nei sei grandi monitor verticali allestiti per l’occasione si potranno apprezzare i video inviati dalle persone, rielaborati e mixati grazie a uno speciale algoritmo ideato dai Superbudda, che filtra le immagini con un effetto morphing, basato sulla legge dei fluidi e su una partitura musicale in grado di gestire e guidare il processo di manipolazione sonora. Gli artefici della partitura originale, che determinerà il dialogo tra visioni e suoni, sono i sette membri del collettivo: Davide Tomat, Gabriele Ottino, Matteo Marson, Gup Alcaro, Marco Benz Gentile, Ivan Bert e Mario Conte.

Performance

Sabato 14 settembre alle 21.30, nel suggestivo Giardino dell’Esedra di Palazzo Te, RETROAZIONE diventerà una vera e propria performance. I video inviati dalle persone, elaborati dall’algoritmo, verranno proiettati all’aperto, animati e sonorizzati live da quattro membri del collettivo: Davide Tomat, Gabriele Ottino, Matteo Marson, Gup Alcaro. Si offrirà così al pubblico un’esperienza artistica unica e irripetibile.

Come sottolinea la curatrice, «il progetto invita a riflettere sulle nuove responsabilità determinate dalle tecnologie di comunicazione, sul rapporto tra la leggerezza dell’espressione virtuale e le reali conseguenze che può avere nel quotidiano, perché l’eco delle riprese – e quindi delle scelte – dei singoli partecipanti si riverbera dentro l’opera collettiva, amplificato».

RETROAZIONE è coprodotto da Tecnagon Produzioni e Fondazione Palazzo Te, curato da Paola D’Orsogna. Interno Verde, patrocinato dal Comune di Mantova e da Asst Mantova, è ideato e curato da Ilturco in collaborazione con: Fondazione D’Arco, Fondazione Palazzo Te, Fondazione Pescherie di Giulio Romano, Palazzo Ducale.

Info: www.internoverde.it  / www.ilturco.it