di Antonella Valentini – Firenze Univ. Press – 2018

Questo libro raccoglie i primi risultati di una ricerca che Antonella Valentini, architetta e paesaggista, ha intenzione di sviluppare, per comunicare in modo semplice e diretto le modalità con cui intervenire nei processi di trasformazione sul nostro comune ambiente di vita.
Si tratta di un testo importante, nel quale si trovano anche due bei saggi di Daniela Poli e Lionella Scazzosi che sottolineano come il Disegno sia una potente forma di comunicazione in grado di attivare l’immaginario. Il volume affronta il tema della raffigurazione di paesaggio in cui l’immagine è usata a fini descrittivi e della pre-figurazione paesaggistica, in cui il Disegno rappresenta lo strumento per definire scenari.
Il valore di questa ricerca, tuttavia, a mio avviso va oltre questo meritorio tentativo di aiutare i processi partecipativi delle Comunità coinvolte nei progetti di trasformazione territoriale ed urbana. Antonella Valentini, docente a contratto presso il Dipartimento di Architettura di Firenze, dimostra in questo saggio che la raffigurazione e prefigurazione paesaggistica possono aiutare l’Urbanistica e l’Architettura della Città a ritrovare un dialogo “virtuoso” con il Progetto paesaggistico superando la perdurante separatezza che esse ancora mantengono nel prefigurare “il Disegno” della nuova città contemporanea.
Un testo prezioso per la qualità della ricerca che offre ai lettori, ma anche perchè apre interessanti scenari di ricerca nella visione moderna di una “cooperazione e dialogo” tra Paesaggio, Architettura e Progetto urbano.