Patrick Geddes è un personaggio la cui levatura ed importanza nei campi della pianificazione e dell’architettura del paesaggio è riconociuta a livello mondiale. Precursore, pioniere di una nuova forma d’urbanistica, ideatore di concetti quali bioregionalismo, conurbazione, giardino pedagogico, fautore di quel pensiero oggi più che mai fondamentale che riguardala necessità per le città di creare o mantenere degli spazi verdi, vitali per il benessere dei cittadini. In questo commento, Attillio Petruccioli presenta una raccolta di saggi intitolata “Patrick Geddes in India” (1947) a cura di Jaqueline Tyrwhitt. I testi, tratti dalle relazioni dei piani regolatori di città indiane redatti tra il 1905 e il 1923, illustrano il pensiero ed il metodo di Geddes, formando una perla rara che ci consente di approfondire la conoscenza su questo grande innovatore.

Attilio Petruccioli

Esperto Icomos / Unesco

Laurea in Architettura, Università di Roma La Sapienza (1970) e in Lingue e Letterature Orientali, Università di Venezia, Cà Foscari (1980).

Professore Ordinario di Architettura del Paesaggio (Alta qualifica), Scuola di Dottorato Architettura e Costruzione, Università di Roma, La Sapienza.

Aga Khan Professor of Architecture for Islamic Societie al MIT e direttore del Aga Khan Program at MIT and Harvard University 1994 – 1998.

Dal 1998 al 2013 professore ordinario di Architettura del Paesaggio, Dipartimento di Architettura e Ingegneria Civili, Politecnico di Bari. Ha prestato servizio come preside e come direttore del dipartimento.

Dal 2013 al 2017 professore ordinario di Urban Design e Msheireb Property Chair nella Qatar University.

Direttore responsabile di Environmental Design. Journal of the Islamic Environmental Design Research Centre.

Architetto icritto all’albo dal 1974, e associato A.I.A. American Institute of Architects

Ha operato come consulente nel campo del Islamic heritage e Urban development nella maggior parte dei paesi arabi fra cui: Algeria, Libia, Egitto, Palestina, Siria, Arabia Saudita.

Come risultato di un continuo e appassionato interesse nella progettazione architettonica e nella storia dell’architettura dei paesi islamici ha scritto e curato 34 libri e più di 210 articoli su questi argomenti.

Biblioteca Orientalis

Biblioteca di circa 12.000 volumi specializzata in architettura e urbanistica in Asia e Africa.

La biblioteca contiene diversi pezzi rari, ma la sua eccezionalità consiste nella specializzazione e concentrazione di testi sull’architettura dei paesi islamici e orientali.

Unica realtà in Europa, compete solo con le migliori collezioni americane La biblioteca è parte della FONDAZIONE S.E.C.A. ed è aperta al pubblico.

Essa sostiene l’attivirà di supporto alla ricerca in Puglia e di attrazione internazionale per gli studiosi, avvalendosi di una rete di relazioni stabilite in passato con istituzioni scientifiche dei paesi islamici.

Alcuni link utili per approfondire e scoprire altri documenti e conoscenze:

Biblioteca Orientalis

Pagina Facebook Biblioteca Orientalis

Canale Youtube Biblioteca Orientalis

Pagina Instagram Biblioteca Orientalis