Il progetto per la nuova Riserva Costiera di Xichong, progettato in collaborazione dagli studi Gossamer, Mandaworks e Arcadis, propone uno sviluppo sostenibile di una magnifica area naturalistica, caratterizzata da un ecosistema molto ricco ma purtroppo frequentemente preda della devastazione provocata da tifoni e inondazioni. L’idea alla base di questo masterplan è quella di proporre non soltanto una riqualificazione ecologica di queste aree, conducendo uno studio per portare avanti una difesa efficace contro gli eventi climatici estremi, ma anche di consentire un turismo sostenibile. In questo modo i benefici non saranno soltanto di ordine ambientale, ma si potranno ricongiungere le comunità dei villaggi storici al loro territorio, permettendo uno sviluppo economico rispettoso e attento al benessere della natura. Ringraziamo gli studi Gossamer, Mandaworks e Arcadis per il materiale fornitoci per questo articolo [ITA/ENG].

Vista Aerea

[ITA] Un Nuovo Masterplan Resiliente – Mandaworks, Gossamer e Arcadis sono stati incaricati nell’ambito di un concorso internazionale, organizzato dallo Shenzhen Bureau of Urban Planning & Natural Resources, per creare un nuovo masterplan resiliente per una delle ultime zone costiere naturali rimaste a Shenzhen. Alle porte di una delle più grandi città della Cina, la nuova Riserva Costiera di Xichong migliora l’esperienza naturalistica di una gita al mare, protegge gli ecosistemi e le comunità locali, sostenendo nel contempo l’industria del nuovo turismo ecologico per una fiorente classe media cinese. La Riserva Costiera protegge la ricca biodiversità della regione e recupera gli storici villaggi di pescatori.

Paesaggio dunale inondabile

Alla fine del 2018, il tifone Manghut ha devastato la Cina meridionale, causando danni per miliardi di dollari. Da allora sono in corso una serie di progetti di ricostruzione. Nonostante si trovino in una zona particolarmente colpita da tifoni, le famose destinazioni balneari hanno approvato nuovi mega-sviluppi ad alta densità lungo le loro spiagge. La Riserva Costiera di Xichong parte da un approccio differente. Il masterplan dà la priorità alla resistenza ai tifoni, al restauro ecologico e alla conservazione dei villaggi locali. In questo modo, il progetto riflette l’ampia convergenza di idee all’interno della Cina verso uno sviluppo sensibile, protezione ambientale, conservazione culturale e autentiche esperienze nella natura.

Paesaggio dunale inondabile
Percorso nel paesaggio dunale

Urbanistica Guidata dal Paesaggio – La Riserva Costiera di Xichong è diretta da un approccio paesaggistico progressivo che integra le strategie di trasporto, progettazione urbana, architettura, ingegneria e turismo che danno la priorità alle soluzioni ambientali per risolvere una vasta gamma di sfide. Il solido quadro paesaggistico consente una strategia di sviluppo razionale che migliora la biodiversità, l’ambiente e l’estrema resilienza meteorologica dell’area.

Percorso nel paesaggio dunale

Il progetto ripristina i flussi d’acqua naturali ripristinando corridoi fluviali erosi, zone umide e habitat costieri di mangrovie. Ciò ha quindi fornito una serie di esperienze turistiche come pontili, percorsi in kayak, capanni per l’avvistamento dell’avifauna e mercati galleggianti, mentre le nuove residenze a prova di inondazione si adattano al sistema fluviale naturale. I miglioramenti ai terreni agricoli esistenti, che consentono l’agricoltura biologica, i mercati e le case da tè, sono protetti dalle montagne circostanti che creano opportunità per nuovi punti panoramici, piste ciclabili, rifugi escursionistici e passeggiate sulla scogliera.

Percorso nel paesaggio dunale

Il Paesaggio come Difesa – La strategia di difesa costiera del progetto introduce la mitigazione delle inondazioni e dei tifoni attraverso il ripristino dei sistemi dunali precedentemente distrutti dai tifoni e dall’eccessivo sviluppo. Caffè, ristoranti e spogliatoi sono posizionati all’interno dei paesaggi dunali ricostruiti, collegati con percorsi riparati sulla spiaggia, aree di campeggio e parchi giochi naturali. Un nuovo terrapieno, che ibrida l’ingegneria moderna e i paesaggi costieri naturali, presenta tipologie paesaggistiche uniche con cui interagire proteggendo dalle inondazioni e dall’alta marea.

Centro cittadino
Asse principale del centro città

Costruire con il Paesaggio – La maggior parte dell’espansione urbana si concentra intorno a quattro villaggi esistenti che vengono poi allineati alle condizioni del paesaggio circostante.

Attività del lungomare cittadino

Città di Xigong; situata in una valle tranquilla e serena si sviluppa lungo un ruscello risanato che attraversa il centro del paese. Città di Shagang; cresce intorno a nuovi frutteti terrazzati dove i prodotti locali vengono coltivati e venduti nei mercati cittadini. Città di Hesou; il più grande dei villaggi, viene riqualificato ed è stata progettata una asse civico centrale per condurre le persone dalle montagne fino alla spiaggia attraverso una nuova rete di funivie e sentieri. Infine, la Città di Xinwu; situata ad est, si sviluppa attorno a un nuovo centro di salute e benessere che si affaccia sulla costa.

Piattaforma di snodo dei trasporti
Capanno di osservazione per l’avifauna nella zona umida

Mentre la maggior parte del nuovo sviluppo e dei residenti saranno concentrati nei villaggi più grandi, sparsi nel territorio si troveranno una serie di servizi commerciali per visitatori e residenti. I piccoli interventi architettonici vanno incontro alle foreste, alle montagne, ai terreni coltivati e ai fiumi, avvicinando le persone a un nuovo e rinnovato Xichong.

Alloggi ecologici nella zona umida

[ENG] A New Resilient Masterplan – Mandaworks, Gossamer & Arcadis were commissioned as part of an international competition, organized by the Shenzhen Bureau of Urban Planning & Natural Resources, to create a new resilient masterplan for one of Shenzhen’s last remaining natural coastlines. At the doorstep to one of China’s largest cities, the new Xichong Coastal Reserve enhances the natural seaside getaway experience, protects local ecosystems and communities, whilst supporting a new ecological tourism industry for a burgeoning Chinese middle class. The Coastal Reserve protects the region’s rich biodiversity and restores historic fishing villages.

Piscina a sfioro nei villaggi
Osservatorio panoramico sulla montagna

In late 2018, Typhoon Manghut devastated southern China, causing billions of dollars in damage. Since then, a swathe of reconstruction projects have been underway. Despite being in a typhoon zone, popular beach destinations have approved new high density mega-developments along their beachfronts. The Xichong Coastal Reserve is markedly different. The masterplan prioritizes typhoon resistance, ecological restoration and preservation of local villages. In this way, the design reflects the broader shift within China towards sensitive development, environmental protection, cultural preservation, and genuine nature experiences.

Sentieri di montagna
Piscina a sfioro sull’oceano

Landscape Driven Urbanism – Xichong Coastal Reserve leads with a progressive landscape approach integrating transport, urban design, architecture, engineering and tourism strategies prioritize environmentally driven solutions to a wide range of challenges. The robust landscape-led framework allows for a rational development strategy that enhances the area’s biodiversity, environment and extreme weather resiliency.

Schema della strategia di resilienza costiera

The project restores natural water flows by repairing eroded river corridors, wetlands and coastal mangrove habitats. This then provided a suite of tourist experiences from boardwalks, kayaking routes, bird hides and floating markets, while new flood-proof residences responds to the natural river system. Upgrades to existing farmland, allowing for organic agriculture, markets and teahouses, are protected by surrounding mountains that create opportunities for new lookouts, bicycle trails, hiking shelters and cliff walks.

Schema della strategia di resilienza costiera

Defending with Landscape – The project’s coastal defense strategy introduces flood and typhoon mitigation through reinstating dune systems previously destroyed by typhoons and over-development. Cafes, restaurants, and changing rooms are built within the re-constructed dune-scapes, connecting with sheltered beach walks, camping areas and nature playgrounds. A new dike, hybridizing modern engineering and natural coastal landscapes, present unique landscape typologies to interact with whilst protecting against flood and high seas.

Villaggio ecologico
Villaggio ecologico

Building with Landscape – The majority of urban expansion is focused around four existing villages that are then aligned to the surrounding landscape conditions.

Stagni per i pesci nei villaggi

Xigong Town; located in a quiet and serene valley is expanded along a restored stream running through the centre of town. Shagang Town; grows around new terraced orchards where local produce is grown and sold at the town markets. Hesou Town; the largest of the villages, is upgraded and a central civic street is designed to bring people from the mountains all the way to the beach via a new cable car network and trails. Finally, Xinwu Town; located to the east, is developed around a new health and wellness retreat that overlooks the coastline.

Percorso nella foresta
Schemi di strategie progettuali dei villaggi

While most of new development and residents will be focused in the larger villages, scattered through the landscape, are a series of boutique accommodation for visitors and residents. The small architectural interventions respond to the forests, mountains, farmlands and rivers, bringing people closer to a new, rejuvenated Xichong.

Logo del progetto
  • Project: Xichong Coastal Reserve
  • Designers: Gossamer (Jack Qian, Alex Breedon, Nicola Balch, Yaxin Zhao, Sonny Huang), Mandaworks (Martin Arfalk, Patrick Verhoeven, Cyril Pavlu, Shan Jiang, Leslie Norris, Manon Otto, Mariada Stamouli, Emilia Puotinen), Arcadis (Robbert Jongerius, Martijn Onderwater, Sander Hermens, Joep van Baasd)
  • Location: Shenzhen, China
  • Year: 2019
  • Size: 18 km²
  • Project Type: Urban Design/ Landscape Architecture / Resiliency Design
  • Client: Shenzhen Bureau of Urban Planning & Natural Resources, Shenzhen Dapeng New District Committee